© 2015 Carla Babudri -Storia Di Una Poesia-  

  • Wix Facebook page
  • Instagram Social Icon
  • Carla Babudri
  • Pinterest Social Icon

Copyright 2007  CARLA BABUDRI

Gennaio 2015-18

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte delle presenti pubblicazioni o sito può essere tradotta, riprodotta, adattata anche parzialmente o trasmessa in alcun modo, elettronico  o meccanico, incluse fotocopie, registrazioni o qualsiasi altro modo di memorizzazione e sistema di archiviazione e ricerca attualmente in uso o che verrà inventato, senza il preventivo consenso del detentore dei diritti d’autore.

  • Carla Babudri

Le luci abbassate, un sorriso, uno sguardo, la vicinanza.


Non ho potuto fare a meno di guardarti in quella notte. Quanta precisione in quel corpo nel presentarmi la sua vulnerabilità.

Sotto le coperte accanto a me, non hai potuto fare a meno di starmi vicino.

Le luci abbassate, un sorriso, uno sguardo, la vicinanza.

Ho premuto il viso sul cuscino per respirare il tuo profumo.

L’unica cosa che desideravo era toccare quella paura, quella vulnerabilità, quel leggero soffio d’anima che mi sussurrava: “vieni ancora più vicino”

So che le mie attenzioni ti generano imbarazzo, ma mentre dormivi volgendomi le spalle, non ho potuto fare a meno di accarezzarti la schiena.

In quel momento il mio cuore ha battuto forte per confessarmi che stava esplodendo.

Non sapevo che eri semi sveglio… hai fatto quel gesto di allungare la tua mano per afferrare la mia e stringerla al petto, sono stata ferma, immobile per qualche istante.

Ho assaporato tutto il gesto, il tuo cuore, il tuo respiro, ho immaginato il sangue che scorreva nelle tue vene.

Poi la tua mano sulla mia è sparita, e tutto il mio corpo ha sofferto per l’improvvisa perdita.

Quanta morbidezza in quel corpo, lo contemplavo ed onoravo nel silenzio. Tante emozioni mi correvano dentro inconsapevolmente.

Ogni volta ti sfioro l’anima, forse è questo quello che temi: ti fa sentire fragile, ma non importa.

Quello che non sai, è che io ti respiro in tutta l’oscurità, in quegli spazi tra ombra e luce che mi fanno sentire a casa.

Il tuo incantesimo magico, mi lega a questa tentazione che aleggia nell’aria.

Immagino e assorbo il tuo sorriso, che illumina il tuo sguardo, e mi riscalda perché mi ricorda che in qualche modo ci amiamo così tanto da proteggerci l’uno dall’altro… ed è per paura che scappi, anche se mi stringi sempre più forte.

Lascia che te lo dica, non mi hai mai spezzato il cuore, anzi sei stato così bravo da farlo riemergere, da sconvolgerlo, da rinnovarlo, da accompagnarlo tra le stelle….

che gli hanno svelato un segreto che conosco da sempre… e in quel segreto ho trovato sollievo, e mi sono addormentata.

Ti Amo

Con amore

Carla

Dichiarazione d’amore n. 30 Deimon Ispiratore

Le mie Pubblicazioni

Se desideri partecipare a un mio percorso, segui il link>>>

#DeimonIspiratore #amoremio

4 visualizzazioni