Luna Nuova di Ottobre: ITUR AD INFERA


E’ fatale quel profondo specchio che sigilla il caos in quelle viscere ancestrali d’innanzi all’oscura luna, dove si incontrano le memorie negate, le intime emozioni, i gesti fugaci e nascosti malamente vissute e pietosamente sepolte.

Testimonianze taciute per secoli raccontano di indizi tralasciati, risorgono dall’immoto menzogne scomode che assumono sembianze di luce e materia.

Il gesto di violare l’abisso oscuro e specchiarsi nel proprio inferno, svela le ferite dell’ingloriosa anima persa, evocando quel mistico viaggio dell’Eroe che, involontariamente indossa il manto di spine.

Soggiogato e vinto dall’ansia in quella lotta interna, l’Eroe confuso tra le tenebre sovente si lascia finalmente andare, ed cosi che l’ombra nell’ombra adagiata sveglia la Bestia;

quel demone cosi pauroso in realtà è il padrone delle memorie perdute, della passione dormiente, immerso in quella banale modernità ubriacata da effetti speciali.

Davanti a chi ti sei inginocchiato Eroe/Bestia, offrendo la fronte ai venti opposti e rinunciando ai sogni, davanti a chi a denti stretti hai ceduto dense e torbide lacrime vendendo la tua anima per un po’ di riconoscimento.

Scendi adesso nell’imo abisso, muori e rinasci, ancora e ancora, la Dama Nera ti accompagnerà, insieme consumerete quello spazio solitario, affollato da pensieri inutili.

Spazza via…

Muori e rinasci in questa luna nuova alle porte di Samhain, preparati ad accogliere l’incerto, il caos, il paradossale, trasformati in volti senza nome, in volti senza forme, in nomi privi di volti, e finalmente il drammatico e antico sortilegio volto a sigillare lo stigma infausto dell’uomo, riprenderà nuovamente a vivere su questa terra.

Tu sei qui, esisti, vivi!

Con tutta la poesia che ho nel cuore

Buona Luna Nuova

Con Amore

Carla

#Poesia #lunanuova

22 visualizzazioni

© 2015 Carla Babudri -Storia Di Una Poesia-  

  • Wix Facebook page
  • Instagram Social Icon
  • Carla Babudri
  • Pinterest Social Icon

Copyright 2015  CARLA BABUDRI

Gennaio 2015-20

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte delle presenti pubblicazioni o sito può essere tradotta, riprodotta, adattata anche parzialmente o trasmessa in alcun modo, elettronico  o meccanico, incluse fotocopie, registrazioni o qualsiasi altro modo di memorizzazione e sistema di archiviazione e ricerca attualmente in uso o che verrà inventato, senza il preventivo consenso del detentore dei diritti d’autore.