Amici…e non Amici


Innamorarmi di te?

Ho provato in tutti i modi che ciò non accadesse…

Ma essere buoni amici è meglio, lo vedi mi ascolti di più, siamo più vicini.

Poi mi fai ridere, mi tieni la mano, mi guardi con amore, ed è per questo che è meglio così.

Possibile, come impossibile.

Cresciamo, prendiamo decisioni insieme, la gelosia sì, ma sana, divertente, delle volte ridendoci sopra con battute.

No, noi non ci confondiamo, e non finiamo come quei amanti innamorati che si concedono tutto per l’altro nelle notti confuse, raccontandosi cose che non dovrebbero fare.

Segreti che non devono essere ascoltati.

Per le orecchie di un amico tutto è di diritto.

Se pur ti conosco molto bene, non conosco ancora il tuo fascino e il tuo erotismo innocente.

Non voglio sapere con chi parli, quando la notte sei ancora on line, neanche se vai a letto con qualcuna, se rimani a bere tè davanti a buon film, se passeggi di notte nei boschi, o se stai notando che mi sto affezionando troppo.

Quello che più amo sono i tuoi opposti punti di vista, che rendono le nostre discussioni scintillanti e affascinanti, e che in definitiva mi hanno reso una persona migliore.

Ma scherza pure, con il tuo sarcasmo, sorridi per le mie stranezze, so che lo fai.

Devi sapere che ti amo meno di quanto pensi, e più di quanto immagini e quello che capisco ora: che sono sempre stata io a rifiutarti e a volerti allo stesso tempo, riversando su di te mancanze che non erano tue.

E ad amarti a tal punto, da rifiutare coinvolgimenti, ma a desiderarli fino a straziarmi dentro.

Ho conosciuto con te il potere del limite, oggi lo onoro, perché non voglio distruggermi più nel giusto o sbagliato. Uscire da se stessi fa paura per davvero, eppure ampia le prospettive e aggiunge un significato.

E da questi scorci profusi di mistero, ho capito che “amare significa lasciare liberi” e amarti mi rende libera e ti libera da me, e questo mi porta ad espandermi a tal punto da riuscire ad allontanarmi così tanto da non sentire più il bisogno di pensarti, e mi fa paura…

Con Amore e devozione

Carla

Ti presento un Seminario dedicato ai segreti di Maria Maddalena. Un incontro di donne fra donne per rievocare i misteri del Sacro Femminile attraverso la ritualità. Lavoreremo con la coscienza Cristica Femminile e ci riuniremo alla stirpe attraverso l’utero.

Entreremo nella Terra di Avalon, l’isola della saggezza femminile e delle sacerdotesse iniziate, Maria Maddalena ne era legata.

Il seminario è all’insegna della ritualità con cerimonie per risvegliare la coscienza Cristica Femminile, una esperienza nuova e unica che apre la “Via della Rosa” di ogni donna.

Prossimo incontri: Sesto Fiorentino, 6 e 7 Aprile 2019

Per info e prenotazioni: carlasaibabu@gmail.com

#amoremio #amoreperduto

0 visualizzazioni

© 2015 Carla Babudri -Storia Di Una Poesia-  

  • Wix Facebook page
  • Instagram Social Icon
  • Carla Babudri
  • Pinterest Social Icon

Copyright 2015  CARLA BABUDRI

Gennaio 2015-20

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte delle presenti pubblicazioni o sito può essere tradotta, riprodotta, adattata anche parzialmente o trasmessa in alcun modo, elettronico  o meccanico, incluse fotocopie, registrazioni o qualsiasi altro modo di memorizzazione e sistema di archiviazione e ricerca attualmente in uso o che verrà inventato, senza il preventivo consenso del detentore dei diritti d’autore.