Non importa se non ha funzionato, la cosa importante è che hai provato


Non importa se non ha funzionato, la cosa importante è che hai provato.

E’ li che l'amore torna a prendere un senso, una direzione una motivazione. Perché lamentarsi quando non sei stato ricambiato?

Se non ti amava, come ti aspettavi? Perché lamentarsi, quando tu stesso hai creato magia a chi non sapeva come utilizzarla.

Il tuo essere ha dato il meglio di se, quando hai consegnato fino all'ultimo respiro, quando hai scoperto che avevi così tanto da dare, togliendo a te stesso anche il più piccolo posto nel cuore per fare spazio al suo, consegnando tutto senza esitare Perché soffrire quando ti è stata data la possibilità di amare, quando hai vissuto la cosa più bella che Dio ha potuto creare per te. Perché sentirsi infelice di ciò che ti ha reso così grande, più umano, più consapevole grazie alla sofferenza, alla solitudine, al cuore spezzato, giunto dalla mano di chi ti ha anche abbracciato. Nel tuo dolore hai pensato che questa relazione voleva solo farti del male. Non è così!

Ringraziare ogni relazione. Ogni ciclo. Ogni storia. Se non ha funzionato, se ha fatto male, ne è valsa la pena viverla solo per conoscere una facciata dell’amore, la gioia o il pianto. Non importa più, perché hai sfruttato ogni particella d'amore e piacere che abitava in te, hai piantato il tuo seme in campi dove forse non avresti mai seminato, ma ti dico una cosa: "i raccolti d'amore danno sempre frutti nell'inverno meno atteso"

#amore #psicologia

5 visualizzazioni

© 2015 Carla Babudri -Storia Di Una Poesia-  

  • Wix Facebook page
  • Instagram Social Icon
  • Carla Babudri
  • Pinterest Social Icon

Copyright 2015  CARLA BABUDRI

Gennaio 2015-20

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte delle presenti pubblicazioni o sito può essere tradotta, riprodotta, adattata anche parzialmente o trasmessa in alcun modo, elettronico  o meccanico, incluse fotocopie, registrazioni o qualsiasi altro modo di memorizzazione e sistema di archiviazione e ricerca attualmente in uso o che verrà inventato, senza il preventivo consenso del detentore dei diritti d’autore.