Privacy Policy
top of page

Sulle tracce di Maria Maddalena


Oggi Lilith è sul grado 9 del Cancro ed evoca il Simbolo Sabiano:

“Una bambina tutta nuda, china su uno specchio d’acqua, cerca di acchiappare un pesce.

Uno stadio primitivo, ma puro, dello sviluppo della coscienza intellettuale.”

In funzione di questo transito straordinario vi racconto una storia…

La storia riguarda Matilde di Canossa i profondi misteri custoditi nell’Abbazia di Orval, di un anello nuziale perso nel fiume e miracolosamente ritrovamento.


Chi era Matilde di Canossa.

Matilde di Canossa o Matilde di Toscana, gran duchessa dominava tutte le terre a nord dello stato Pontificio. L’11 maggio 1111 fu nominata vicaria imperiale, vice regina d’Italia dall’imperatore Enrico V.

Matilde aveva il suo quartier generale a Canossa, nel reggiano, da dove dominava tutto il suo regno.

Era di famiglia nobile di origini Longobarde, imparentata con la famiglia imperiale da parte della mamma. Matilde era cugina dell’imperatore Enrico III ed Enrico IV.

Dopo la morte dei fratelli e dei genitori, Matilde divenne l’erede della casata, strettamente imparentata con 2 papi, sovrana delle terre comprese tra Tarquinia e il lago di Garda.


Era la donna più potente della storia medievale, aveva possedimenti anche in Lorena e un documento del 1124 attribuisce proprio a Matilde di Canossa la fondazione dell’Abbazia di Orval in Belgio (Vallonia).

Ma esiste una leggenda che lega la sovrana a Maria Maddalena e in particolare a Gesù.




La leggenda racconta che Matilde in visita all’Abbazia di Orval, ancora in fase di costruzione dove sorge in un contesto naturale accanto al fiume Semois,smarrì l’anello nuziale proprio nel fiume.

Matilde allora si fermò a lungo sulla riva del fiume, guardando nel fiume e vide che a un certo punto trasformare il suo volto in quello di un'altra donna, allora lei pregò Maria Maddalena, perché devota affinché le fosse restituito l’anello a lei tanto caro.

Un pesce, tutto dorato, una trota per esattezza emerse dal fiume restituendo l’anello dalla bocca, la donna stupita esclamò: "Questa è davvero una Valle d'Oro!", da cui deriverebbe il nome "Orval".


L’anello, come circolarità e fede nuziale che emerge dal fiume portato da un pesce d'oro, mentre la fanciulla guarda nell'acqua, ha sicuramente un valore mistico importante.


Nelle leggende vengono custodite codici e simboli e in quella meravigliosa abazia esistono altrettanti simboli che parlano di famiglia, di sacra famiglia di unioni santi e il pesce d'oro che restituisce l'anello nuziale ne rappresenta il custode.

Matilde di Canossa conosceva la verità e per questo ha seminato pillole di verità sparse per tutta l’abazia e non solo, in particolare il desiderio di far costruire una statua di proporzioni megalitiche all'ingresso della chiesa di una donna con un bambino tra le braccia, la Notre Dame d’Orval.



Matilde tra l’altro è l’unica donna sepolta a San Pietro per volontà di Urbano VIII che fece trafugare le ossa sepolte nel convento di San Benedetto Po.


Era il 1635 e il Papa decise di ridare splendore a Matilde considerata “virilis animi foeminae sed apostolicae propugnatrici pietate, insigni liberalitate celeberrimae”(donna di coraggio virile, ma celebre soprattutto per la sua pietà apostolica, celebre soprattutto per la sua distinta generosità) come si legge sulla sua lapide, portandone i resti dentro la basilica.


Ogni giorno in Vaticano migliaia di persone ammirano le tante opere, ma pochissimi hanno la possibilità di vedere gli affreschi su Matilde di Canossa e la cappella che porta il suo nome, dove Matilde è rappresentata con i capelli color biondo-rosso, ne sono stati trovati nella sua tomba, e la cappella matildica, decorata con mosaici che raccontano la vita di Cristo… Il Vaticano l’ha voluta vicino a se...

Matilde di Canossa


Ci sono giorni giusti per raccontare storie… Chi ha orecchio per intendere intendesse

Con amore

Carla

Sulle tracce di Maria Maddalena...


Prossimi eventi in presenza Seminario dedicato a Maria Maddalena:

-La Magdeleine (AO) Giovedì 14 e venerdì 15 Luglio 2022

Per info, costi e prenotazione: carla@storiadiunapoesia.it

:-)

IMG copertina: Matilde di Canossa


 


Se desideri ascoltare tutti i Podcast





Carla Babudri 2021 © Tutti i diritti sono riservati Se ti fa piacere scrivimi, oppure se desideri un "Saggio dell'Interpretazione del giorno di nascita" capire e interagire con il tuo potere personale e magico, o un "Saggio Oracolare", puoi farlo usando la mia mail, sarò felicissima di conoscerti e di accoglierti. -------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Il Mio Nuovo Libro: Seme Divino - Il Mistero Maschile



Seme Divino - Il Mistero Maschile - Carla Babudri



452 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Commentaires

Noté 0 étoile sur 5.
Pas encore de note

Ajouter une note
bottom of page