Quella strana storia di noi…


Questa è una storia di amore incondizionato, pieno di magia che transita sempre in inizi esplosivi e mai in finali, con una sua realtà dove braci fumanti non si spengono. Questa è una chiamata alle braccia, labbra, mani e cuori ancora selvaggi.


All’inizio c’era solo calore, poi è diventato poesia e sonetti che irradiavano le labbra di chi le raccontava, poi ancora è diventato una stella esplosiva, in cui Dei e Dee hanno mostrato la loro affabilità e benedizione per un amore delicato e gentile, seguito poi da momenti sacri. Tutto questo è autentico.


Questa storia ha creato rughe nello spazio-tempo, è il racconto dell’amore di mezzo, di come quando ti svegli su una tela bianca non ancora dipinta e desideri essere toccata per vedere che colori ispiri, o di una canzone non scritta di cui intoni un ritornello e non sai il perché.


Le routine di questa storia sono sinfonie di connessioni nella presenza e nella devozione che intravedi in quelle distanze che ormai sono una seconda natura, che appartengono di vita in vita, che entrano in tutto e diventano un legame esplosivo.


In questa storia ci sono fantasmi. L’amore romantico e le inquietudini sono cosi vulnerabili e belli, disornati, incompresi, delle volte sudati di passioni, avvelenati.

Ma l’amore di questa storia è ultraterreno, senza bordi e proclama dei ritmi tutti suoi. Sono due persone che cambiano continuamente e si evolvono, mentre le sinfonie della vita suonano distratte al loro fianco.



Ma quello che cercano in questa vita, è la vera intimità, si inseguono, delle volte sono pronti in tempi diversi e non si incontrano, altre volte sono troppo lontani per congiungersi, altre ancora sono troppo vicini ma spaventati dal potere, ed è così che implodono costantemente…


Quanto devono ancora perdonarsi, quanti meccanismi di difesa devono sciogliersi, quanti temporali devono ancora abbattersi per spezzare la schiavitù, e quanti amori del passato devono trapassare, per avviare il processo di tenerezza e vulnerabilità.

Incontrarsi nella Gratitudine è tutto ciò che devono fare per scoprire l’intimità, scambiarsi prosperità, e accettare il bello e il brutto del cuore, ispirare al ritorno, sentirsi a casa, travasarsi nell’altro accogliendolo.


Il vero atto d’amore non cerca una relazione, o un fidanzato o fidanzata per la vita, cerca solo la conquista all’esperienza, la condivisione del momento, perché nulla di più sacro del presente può rendere felice una vita intera.


Questo amore è tuo, te lo meriti, rivendicalo. È la tua unione sacra, segreta ed esclusiva dietro la corda del velluto regno creatore. Confrontare un tale tesoro con la versione di una vita labile che emula la percezione della felicità degli altri, è il più grande disservizio all’espressione interpretata dall’universo attraverso te.


Vivi attraverso il semplice momento, apprendi le lezioni del presente, lascia che la realtà esplosiva e piacevole prenda il sopravvento.


Meglio amare qualcuno che hai paura di perdere, piuttosto che perdere qualcuno perché si ha paura di amare.


Con Amore

Carla

Al mio Deimon Ispiratore dichiarazione d'amore 104



.

.

.

.

Dipinto in copertina di: Enrico Wexler






Percorsi e Seminari


Colloqui personali


Biografia


Scrivimi

© 2015 Carla Babudri -Storia Di Una Poesia-  

  • Wix Facebook page
  • Instagram Social Icon
  • Carla Babudri
  • Pinterest Social Icon

Copyright 2015  CARLA BABUDRI

Gennaio 2015-20

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte delle presenti pubblicazioni o sito può essere tradotta, riprodotta, adattata anche parzialmente o trasmessa in alcun modo, elettronico  o meccanico, incluse fotocopie, registrazioni o qualsiasi altro modo di memorizzazione e sistema di archiviazione e ricerca attualmente in uso o che verrà inventato, senza il preventivo consenso del detentore dei diritti d’autore.