Onoro la mia Stirpe Femminile


Onoro me stessa, mia madre che è figlia, come lo è stata mia nonna, mia sorella e tutta la mia deiscenza.

Sono in relazione con la mia fonte, origine dei misteri oscuri, scrigno sacro di talenti e potere.

Onoro gli arcani incerti della mia discendenza.

Le donne del passato si manifestano in me attraverso le radici depositate nel mio utero.

In questo sacro vaso contengo tutte le emozioni della mia stirpe, accetto senza paura di sciogliere e manifestare ricordi non miei.

Tutte vivono in me, le cito ad una ad una con solennità e con il cuore aperto senza colpa o vergogna.

Vi riconosco madri del mio passato, vi concedo il posto nella mia storia, nella mia vita.

Di tutte e ognuna porto la luce e l’ombra, sono molte e venerate attraverso il corpo.

Come figlia, nipote e mamma decido di camminare fino alle profondità dei vostri uteri per trovare l’origine dell’angoscia e porre fine per unire e liberare le donne future.

Vi riconosco uniche, vi onoro e porto tutte con me nel mio universo, in quello spazio vasto e benedetto per abbracciarvi intere e libere.

Con Amore

Carla

Tratto dal Seminario dedicato a Maria Maddalena:

“La Via Della Rosa – Il Cristo Femminile”

Si terrà a Sesto Fiorentino il 12 e 13 Ottobre 2019 nel mio posto magico,

Grotta di Sale Rosa

Un seminario intimo e privato, dedicato alla ritualità in connessione con le energie Cristiche Femminile.

Per + info: carlasaibabu@gmail.com

#stirpe #donneselvaggie #donnepoesia

46 visualizzazioni

© 2015 Carla Babudri -Storia Di Una Poesia-  

  • Wix Facebook page
  • Instagram Social Icon
  • Carla Babudri
  • Pinterest Social Icon

Copyright 2015  CARLA BABUDRI

Gennaio 2015-20

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte delle presenti pubblicazioni o sito può essere tradotta, riprodotta, adattata anche parzialmente o trasmessa in alcun modo, elettronico  o meccanico, incluse fotocopie, registrazioni o qualsiasi altro modo di memorizzazione e sistema di archiviazione e ricerca attualmente in uso o che verrà inventato, senza il preventivo consenso del detentore dei diritti d’autore.