La Candela di Babilonia e il Solstizio d’Inverno


Il potere delle candele di Babilonia hanno radici antichissime. Tramandate di famiglie in famiglie per non perdere la magia dell’incanto, arrivata anche ai giorni nostri.

Il primo accenno di questa antica magia la troviamo nel film di Stardut del 2007.

Nel film viene raccontato che la candela di colore nera portasse ovunque, l’importante era accenderla e pensare al luogo che si desiderava visitare.

Nelle antiche tradizioni Babilonesi, la candela nera serviva, per fare viaggi mistici. Veniva accesa solo in determinati giorni dell’anno, come il Solstizio d’Inverno o quando la Luna Piena attraversava le Pleiadi e Orione.

Perché?

Perché in questi periodi dell’anno si può effettuare viaggi cosmici, compresi i viaggi nell’oltretomba e in luoghi apparentante scomparsi, come l’isola di Atlantide.

La candela nera, accasa attiva e sprigiona immediatamente un potere meditativo profondo, facendo entrare la persona, delle volte, in trance.

Per questo è importante saper utilizzare con responsabilità gli strumenti magici, e capirne la loro funzione.

Nel Solstizio Invernale hai modo di accendere la candela nera di Babilonia ed elevarti in stati meditativi profondi.



Siamo nel tempo giusto, direi!

Per questa occasione potremmo fare un bellissimo rituale.

La tradizione Babilonese vuole che la candela nera venga preparata nella notte Luna Nuova, o tre giorni prima del solstizio, creata con cera d’api artigianalmente composta con erbe rituali come, salvia, lavanda e ginepro all’interno, ma nel nostro caso andrà benissimo anche acquistarla, l’importante è l’intento.

Occorrente:

Candela Nera

Candela Bianca

Un cristallo di rocca e una pietra di onice

Uno smudg o incenso o palo santo

Procedimento:

Accendete la candela bianca, rilassatevi e trovate una posizione comoda; attraverso il respiro entrate in uno stato di profondo rilassamento.

Se sentite la necessità, per entrare ancora nelle vostre profondità, potreste ascoltare della musica rilassante.

Appena vi sentite distesi accendete il vostro smudge o incenso, e fate scivolare il fumo sul vostro corpo e nella stanza, in segno di purificazione.

Accendete la candela nera e prendete le due pietre tenendole nelle mani; utilizzate l’intento per viaggiare verso il Solstizio, vi sentirete irradiati di luminosità profonda e calda.

Lasciatevi trasportare dall’energia e se il corpo desidera ballare, ballate.

Immaginate che questo bagliore caldo arrivi in ogni angolo della vostra vita, che vada ad illuminare ogni aspetto di voi, lasciatevi trasportare dalle sensazioni o dalle immagini.

Restate in questa trance energetica ancora un po’.

Appena vi sentirete radicati, potrete aprire gli occhi ringraziando la Terra, e con un gesto delle mani dal basso verso l’alto, portate fuori dalla terra le energie femminili ed espandetela ovunque aprendo le braccia più che potete.

In questo Solstizio, verrà donata alla Terra e all’intera umanità: “Luce”, sarà data alla vita una bellissima bambina, aiutiamola nel suo viaggio di ritorno a casa.

Siate presenti, gentili con voi stessi e pronti a ricevere una nuova energia.

Con infinito amore

Carla

Percorsi 2020





#magiabianca #magia

285 visualizzazioni

© 2015 Carla Babudri -Storia Di Una Poesia-  

  • Wix Facebook page
  • Instagram Social Icon
  • Carla Babudri
  • Pinterest Social Icon

Copyright 2015  CARLA BABUDRI

Gennaio 2015-20

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte delle presenti pubblicazioni o sito può essere tradotta, riprodotta, adattata anche parzialmente o trasmessa in alcun modo, elettronico  o meccanico, incluse fotocopie, registrazioni o qualsiasi altro modo di memorizzazione e sistema di archiviazione e ricerca attualmente in uso o che verrà inventato, senza il preventivo consenso del detentore dei diritti d’autore.