L’ho sognato così tanto, che è nato… Le Streghe vanno a letto presto


Quando è iniziato tutto questo?

Direi circa dieci anni fa, quando ho iniziato a cercare un contatto profondo con me stessa.

Stavo vivendo una crisi profonda nel mio cuore, avevo trent’anni e, in questa soglia cosi importante, non riuscivo a capire cosa volevo essere e dove volevo andare…

non intendo i classici dubbi sul lavoro o sulla scelte di vita di tutti i giorni, ma qualcosa di più viscerale: come donna, con i miei talenti e i miei difetti, dove volevo andare?

Dopo vari tentavi, alla fine ho compreso che dovevo partire dalla parte che conoscevo meglio: il collegamento con i miei antenati. Con il tempo sono riuscita piano piano a stabilire una connessione profonda con loro, ricercando alcuni aspetti di me stessa nelle mie antenate.

Cosa è successo?

Ho ritrovato i valori, risentito i loro dolori, le gioie, le scelte. Ho capito che ognuna di loro aveva un messaggio per me, una energia evocativa, sempre a disposizione.

Ad un certo punto non mi sono sentita più sola, la rivoluzione era in corso.

Da quel momento è entrata in gioco l’arte del rituale, l’arte del culto della femminilità, il ritrovare per onorare.

Maggiore era il riconoscimento, più forte era il collegamento, più sensibile diventavo, giorno dopo giorno, verso me stessa.

Un percorso di evoluzione che mi ha portato a raggiungere e poi a regolarizzare la mia bussola interiore.

Mi sono innamorata, mi sono innamorata di tutte le mie parti contrastanti, che mi rendevano unica.

Mi sono innamorata della mia parte più vulnerabile, della dualità che mi correva dentro, di quella ciclicità che solo una donna può conoscere. Il dono della nascita, ma anche della morte. Il dono di creare ma anche di distruggere.

Non è un farsi male, ma è semplicemente un ritmo ciclico, come il susseguirsi delle stagioni. La bussola interiore ha così ricominciato ad indicarmi la strada.

E non importa se nessuno era d’accordo con le mie decisioni, dentro di me il fuoco si espandeva, sapevo che era la mia verità, la mia strada.

Credo nella sincronicità,

ho fiducia nell’universo, e mi sono lasciata trasportare, ritrovando cosi la mia famiglia d’anima e la mia fiamma gemella che mi hanno da quel momento sempre sostenuta ed aiutata.

Il libro “ Le Streghe vanno a letto presto” è una nuova riscoperta per chi si sta cercando, un viaggio per comprendere che siamo donne in evoluzione, e che nella nostra unicità, possiamo sempre fare affidamento a un grande potere interiore: le nostre radici, la nostra ciclicità….

Il messaggio più importante che ho voluto esprimere è molto semplice:

Diventa ciò che sei, sei nata libera, senza condizionamenti, sei nata dall’Amore per l’Amore, e se ti senti persa, allora vuol dire che sei sulla buona strada, per ricominciare da te, e dalla tua storia…

#lestreghevannoalettopresto #streghe

0 visualizzazioni

© 2015 Carla Babudri -Storia Di Una Poesia-  

  • Wix Facebook page
  • Instagram Social Icon
  • Carla Babudri
  • Pinterest Social Icon

Copyright 2015  CARLA BABUDRI

Gennaio 2015-20

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte delle presenti pubblicazioni o sito può essere tradotta, riprodotta, adattata anche parzialmente o trasmessa in alcun modo, elettronico  o meccanico, incluse fotocopie, registrazioni o qualsiasi altro modo di memorizzazione e sistema di archiviazione e ricerca attualmente in uso o che verrà inventato, senza il preventivo consenso del detentore dei diritti d’autore.