L’Alta Sacerdotessa: sul Sentiero della Papessa


In questi giorni tra l’inverno quasi finito e la primavera non ancora arrivata, prendo del tempo per passeggiare, per curiosare la natura che piano piano si sta svegliando… e trovo del tempo per colloquiare con il mio interiore.

Camminate perfette per riflettere e creare, dato che in questo periodo ho una certa pesantezza di idee.

Uno strano vuoto che non riesce davvero a prendere forma.

Mentre passeggiavo ieri mattina, ho iniziato a meditare, con una piccola quantità di panico e frustrazione, su come aiutarmi a far risalire la mia musa cristallizzata.

Fortunatamente molti anni di esplorazione e studio interiore mi hanno messo in guardia da un monologo intimo che pieno di stupidità.

Ma come mai, pur sentendomi così espansiva, ricettiva, ho la sensazione di sentirmi totalmente vuota?

Allora, ho fatto quello che di solito faccio quando ho bisogno di uscire dalla mia strada ed iniziare a pensare in modo diverso.

Ho mescolato mentalmente il mio mazzo di tarocchi ed ho invitato una carta ad uscire per presentarsi alla mia coscienza, per darmi maggiore prospettiva e consapevolezza. (A parte me c’è qualcuno che lo fa, tirare tarocchi mentalmente? Lo so, sono un pochino strana ma vi assicuro che funziona!). Perché bisogna avere un mazzo di tarocchi fisici, quando ne puoi utilizzare uno mentale in ogni momento?

Tornata a casa ho comunque deciso di utilizzare il mio amato mazzo di tarocchi “fisico”, e mentre mescolavo gli arcani, ho riformulato la domanda sulle mie idee cristallizzate ed il vuoto.

Mi sono sorpresa della visita! Eccola, una delle più grandi muse dei Tarocchi: La Somma Sacerdotessa: La Papessa. Era come se mi sussurrasse: “Psst, conosco il tuo segreto..” Beh! Si mia Grande Maestra, lo conoscerai il mio segreto, i segreti sono la tua visione.

So che quando la Somma Sacerdotessa fa il suo ingresso, arriva il momento di creare un spazio sacro. Il suo potere vive nelle fessure, se non si è disposti a scrutare queste crepe, non si potrà vedrà nulla.

Così sono entrata dentro di me, ho preso il mio quaderno ed ho incominciato a scrivere ciò che sentivo.

L’Alta Sacerdotessa, la custode dei grandi Segreti Universali, Regina dell’inconscio, la più grande Strega intuitiva, mi parlava. Cosa stava tentando di mostrarmi?

Attenta a rivelare la strada, ma non a sporcarsi le mani per rendere manifeste le idee, il suo invito è quello di ascoltare, a fissare quei piccoli raggi di luce tra i muri.

Ma sono ancora confusa, allora invito un’altra carta a mostrarsi, ripongo il mio intento, ed il Maestro della Manifestazione, il Mago, varca la soglia dei mondi, posizionandosi accanto alla Somma Sacerdotessa.

Che coppia elegante sul mio tavolo!

Quante possibilità offre il Mago… ma in modo particolare, questa volta mi consiglia di preparare tutti gli strumenti necessari per raccogliere i “poteri”, prima di intraprendere il grande viaggio. Come sono simpatici questi Arcani quando si confrontano… ma mi chiedono, però, di sedermi in silenzio, e di disporre gli strumenti e richiamare il potere.

Sembra che il Mago, andando incontro alla Somma Sacerdotessa, le stia chiedendo: “che ispirazione puoi condividere con Me, Santa Papessa”.

In questo modo, Il Mago, il maestro della manifestazione, sembra ricordarmi di non iniziare nulla finché non sono sintonizzata con la profonda intuizione.

La Somma Sacerdotessa non fa visite a domicilio.

Quindi dobbiamo sforzarci noi di entrare nel nostro spazio sacro per incontrarla. Lei ci sfida ad andare oltre, a liberarci dal giudizio, in modo che tutte le stranezze in noi possano esplodere, vivere…

Con i giusti preparativi, grazie al Mago, potremo fare questo viaggio lento, che, senza fretta, ci può condurre dentro noi stessi.

I buoni presupposti son presenti, allora affila i tuoi strumenti ed attendi, mi dico: le idee si mostreranno presto…

Con Amore e Devozione

Carla

Alla mia amata lettrice o lettore, non eseguo letture di tarocchi, né a distanza, o per telefono o tramite Skype, ma se lo desideri posso insegnarti a leggerli.

Domenica 17 Marzo, dalle 9.30 alle 12.30 a Sesto Fiorentino, terrò una lezione di: Arcani Maggiori in “Chiave Magica”, nella quale entreremo nel mondo mistico della simbologia, invitando i 22 Maestri Arcani Maggiori a parlarci dei loro doni, così da poter eseguire letture ascetiche su noi stessi o per le persone che amiamo.

Non serve che tu abbia una preparazione o meno, su questo argomento, serve solo la tua presenza di cuore e il desiderio di rivelazione, tutto il resto sarà un viaggio condiviso.

La prenotazione è obbligatoria per questioni di spazio e il numero di partecipanti sarà purtroppo limitato.

Per info: carlasaibabu@gmail.com

#tarocchi

0 visualizzazioni

© 2015 Carla Babudri -Storia Di Una Poesia-  

  • Wix Facebook page
  • Instagram Social Icon
  • Carla Babudri
  • Pinterest Social Icon

Copyright 2015  CARLA BABUDRI

Gennaio 2015-20

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte delle presenti pubblicazioni o sito può essere tradotta, riprodotta, adattata anche parzialmente o trasmessa in alcun modo, elettronico  o meccanico, incluse fotocopie, registrazioni o qualsiasi altro modo di memorizzazione e sistema di archiviazione e ricerca attualmente in uso o che verrà inventato, senza il preventivo consenso del detentore dei diritti d’autore.