I 7 Riti della Menopausa


Meraviglioso è il tempo della menopausa, la donna avvia la sua trasformazione verso i mondi incontaminati e pieni di magia, questo periodo si chiama: il “Recupero dell’Anima”, la donna rientra in se stessa per staccarsi dalla ciclicità cosmica e tornare nella sacra Isola di Avalon.

Nel suo viaggio mistico è obbligata a “chiamare la barca” che la trasporterà nella Terra della sua anima per recuperare il suo essere.

Chiama la barca donna mistica ed entra nel sacro regno…

Evoca la Barca: il primo rito della menopausa

Nello stesso modo in cui le donne, le sacerdotesse sulla rive di Glastonbury evocavano la barca che le avrebbe portate ad Avalon, la donna in menopausa si ritira dal mondo esterno per viaggiare verso le profondità.

Tante donne hanno dimenticato l’esistenza di questa dimensione. Nebbia mentale ed insonnia sono i primi sintomi delle donne che rievocano la barca che le porterà via dalla vita ordinaria.

“Il lombrico inizia il suo viaggio verso il ritiro in cui, trovando il giusto luogo, costruirà la sua crisalide”

Aprire le Nebbie: il secondo rito

C’era un tempo in cui le donne si sentivano completamente selvagge e seguivano il loro istinto. Riuscivano a “strappare le nebbie”, andando così in profondità nel mondo sotterraneo, da non poter vedere più la riva, era un luogo sacro nel quale procreavano idee, ascoltavano le loro intuizioni, parlavano con i mondi.

Ci vuole tantissimo coraggio per rimanere in questa dimensione senza la compagnia delle forti emozioni, nel silenzio più profondo, nel vuoto assoluto,… nella creazione.

La donna in questa fase sta perdendo il controllo e sta per entrare nella sua realtà interiore. Teme di perdere la giovinezza, si manifesta la paura d’invecchiare e si nasconde dal giudizio della società. Ecco che così le donne rimangono bloccate, e in questo punto che si rifiutano di superare le nebbie per completare il passaggio. Ma qualcosa più forte di loro li spingerà ad andare oltre.

“Il lombrico si è avvolto nella sua stretta crisalide.

Non può più muoversi. Si sta preparando per la sua morfogenesi”

La grande iniziazione: il terzo rito

Una volta avvolta dalle nebbie della menopausa, aumenta il livello di ansia. I drammatici sbalzi di umore, il fuoco che pervade il corpo, l’esaurimento, la sudorazione notturna, tutti i vecchi sistemi stanno cadendo a pezzi, sente il desiderio di voler saltare fuori dalla pelle, tutto spinge verso il proseguimento del viaggio. Arrendersi è l’unica scelta, cavalcando le ondate di picchi che si verificano nel corpo durante le vampate di calore.

“ Questo è lo stadio della melma verde nella trasformazione del lombrico in farfalla. E’ una massa appiccicosa, ma necessaria. Ma la ricompensa e davanti agli occhi”

La ricerca della Santità: il quarto stadio

Ancora avvolte nelle nebbie, le vita viene messa in discussione. Il mondo esterno sta cambiando, i figli cresciuti, i progetti avviati, i matrimoni potrebbero aver subito o stanno subendo un cambiamento;

il lavoro, se si era focalizzati sulla carriera, potrebbe non dare più quella soddisfazione di un tempo. L’introspezione vera, è iniziata, si identificano gli errori del passato, tutto viene messo a rassegna, controllato, compreso le abitudini, le relazioni e gli obbiettivi. Si cerca la libertà, il dolore viene rilasciato, si apre una nuova comunicazione e tutto quello che prima non si aveva il coraggio di dire, per magia esce fuori dalla gola. Si cerca la vita, si cerca il nuovo. E da qui, che il luogo del perdono è raggiunto, quella ferita desidera rimarginarsi, tutto viene ricordato, onorato. Cosa ha trattenuto la luce? Sei sulla strada della tua Santità, non temere vai avanti…

“Delicate ali colorate, cominciano a formarsi nel corpo mutevole all’interno della crisalide”

Bagno nella acque curative: il quinto rito

Le acque si schiariscono e si entra nel flusso della saggezza. La sponda comincia ad essere visibile. Con chiarezza, i modelli s’identificano, la luce nuova comincia a mostrarsi. Ora tutto diventerà voce, lasciando che le persone attorno riscoprano una nuova donna. Il tempo personale si fa prezioso, è nel tempo che si riconosceranno i doni. Una connessione profonda con lo spirito interiore, tutto si espande.

Nel quinto rito la donna inizia ad abbracciarsi completamente, a vedersi straordinaria. Riflette le sue relazioni con il cosmo, con il suo futuro e la sua intimità, nella comprensione di poter offrire i suoi doni quando sarà il momento giusto.

“La farfalla è quasi completamente formata. Adesso inizia il suo compito di strappare la sua crisalide. Ora sa chi è!”

Guarire il sangue interiore: il sesto rito

La barca è sulle sponde dell’isola di Avalon. La sacerdotessa avanza su un terreno solido e inizia a sentire la sua radice come forza interiore. Il suo ultimo flusso lunare ha già avuto luogo, l’aumento della chiarezza si fa sempre più forte, la visione si sviluppa e continua a rendere la donna sempre più saggi,a addestrata a produrre incantesimi nei suoi silenzi. Il senso forte di confine, il saper dire no, sono potenti. E mentre il sangue sacro spirituale scorrerà dentro in lei per sempre, superando la ciclicità, la donna si carica di proprietà magiche.

“La farfalla perde i bozzolo ed emerge, pronta per la libertà e spiccare il volo”

L’incoronazione della sacerdotessa: il settimo rito

Le sacerdotesse lente si muovono in cerchio per incoronare la nuova donna arrivata ad Avalon. La donna riemerge con sicurezza e saggezza. Adesso, sa come incanalare il nuovo senso di sé e le sue capacità creative, per migliorare la sua vita. I suoi pensieri si fanno sempre più chiari, nel viaggio ha acquistato chiarezza, le fiamme sono passione pura, riesce a dirigere l’energia in tutte le direzioni. Le sue parti femminili interiori si prenderanno cura di lei, adesso incarna la regina, conosce il potere di allinearsi con le altre donne che la guarderanno come una forza vitale, attiva nella trasformazione del mondo.

“La farfalla prende il volo. Vola più in alto, si muove con le correnti, si poggia sui fiori, impollina, si muove con gioia, creando bellezza. La farfalla adesso è ovunque.”

…sei a casa Regina.

Con Infinito Amore

Carla

Se ti fa piacere ti presento un percorso: L’Ordine di Magdala è un percorso spirituale femminile, dedicato a Maria Maddalena chiamato “La Via della Rosa“.

Parte della missione di questo percorso dei misteri di Maria Maddalena è quello di preservare i sacri Codici Femminili di Luce e il Grembo del Sacro Graal. Dal momento in cui le sacerdotesse e le donne hanno cominciato il risveglio siamo tornate a riprenderci questa Luce.

In questo percorso capirai cosa significa la magia femminile e imparerai a co-creare con l’energia Cristica Femminile.

Il tuo Utero e cuore verranno attivati, ricevendo la sacra iniziazione. Abbraccerai una nuova spiritualità. Entreremo nella Terra di Avalon, l’isola della saggezza femminile. Ancestralmente era l’isola delle sacerdotesse dove venivano iniziate, Maria Maddalena è legata a queste terre.

–Sesto Fiorentino (Fi) il 20 e 21 Ottobre (ancora pochissimi posti) –Roma: 1 e 2 Dicembre –Milano: 9 e 10 Marzo 2019

Per info: carlasaibabu@gmail.com

Scopri il mio nuovo libro: “Donne Poesia – Il Sacro Erotismo“

#menopausa #Isetteritidellamenopausa

© 2015 Carla Babudri -Storia Di Una Poesia-  

  • Wix Facebook page
  • Instagram Social Icon
  • Carla Babudri
  • Pinterest Social Icon

Copyright 2015  CARLA BABUDRI

Gennaio 2015-20

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte delle presenti pubblicazioni o sito può essere tradotta, riprodotta, adattata anche parzialmente o trasmessa in alcun modo, elettronico  o meccanico, incluse fotocopie, registrazioni o qualsiasi altro modo di memorizzazione e sistema di archiviazione e ricerca attualmente in uso o che verrà inventato, senza il preventivo consenso del detentore dei diritti d’autore.