Appartengo a quella pazza che sono…


“Lascia che le parole e il cuore delle persone ti ispirino, ma non tanto da dimenticare le tue di parole”

Questo mi disse una saggia donna tanto tempo fa…e queste parole vibrano dentro il mio cuore tutt’ora.

Siamo stati creati per fare magia e per questo che io appartengo alla mia follia, alla mia scrittura, ai miei racconti, perché senza di essi non sopravvivo.

Appartengo alla Terra, agli alberi, alle maree alle stelle e alla luna. Ma anche ai sogni ad occhi aperti, ai sogni notturni e a tutti i sogni. Appartengo alle donne che sono venute prima di me e a quelle che verranno dopo, appartengo al mio

Sono stata creata per realizzare la mia felicità, per il perdono, per la riflessione, per la scrittura e per il romanticismo. Sono fatta di mille dimensioni, di svariati colori, creata per ascoltare il cuore.

Appartengo al profumo della primavera, e all’odore caduto dell’autunno… sono fatta di destino e di cose non ancora immaginate. Sono fatta di brillantini che si sparpagliano per terra, di vento estivo e di pagine di libri che sussurrano incantesimi.

Appartengo alle preghiere silenziose, ai mantra improvvisati, al rumore bruciante del troppo silenzio.

Sono stata creata per i cieli estesi e per i campi di fiori dai colori vivaci, per le rocce rosse e per i sentieri sterrati, per l’odore del legno dopo la pioggia, per le brezze tiepide e per il suono dei bracciali…

Appartengo ai “buongiorno” del Sole e alla notte accogliente della Luna,…ai misteri dell’Universo.

Sono stata creata per la co-creazione consapevole, per uno scopo. Sono fatta di insicurezze e vulnerabilità, di ninne nanne e canzoni d’amore, di ossessione e redenzione.

Appartengo ai pazzi, a chi sente voci nella testa e nel vento, a chi si distacca dal mondo, a chi ama il contatto con la vera realtà, alla dolce liberazione dei sensi e a chi cerca la verità dentro il cuore e non per le strade delle città…

Con Amore e devozione

Carla

#strega

19 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti