Quello che con te se va, non tornerà mai più


Non temere il buio, lascia che questa essenza di tenebre penetri dentro di te, chiudi gli occhi e arrenditi.

Lo so che sei triste, lo so che senti dentro il tuo cuore il disagio, la rabbia, il vuoto. Lo vedo il tuo volto…

Pensa a quello che ti tormenta, ricorda ciò che ti impedisce di essere completamente felice.

Fai immersioni, rovista nelle tue viscere, rimuovi bene i fondi della memoria e inchioda le unghie per dissotterrare le tue paure e le tue catene.

Cosa ti trattiene?

Cosa ti impedisce di essere chi sei?

Cosa ti fa male?

Di cosa non puoi liberarti?

Mettici un nome e guardalo di fronte a te, gridalo questo nome.

Oggi la terra e la luna si negano per aiutarti a essere libera, gli elementi ti mostrano i volti oscuri della distruzione.

Invoca il potere degli uragani, che spazzino via il mondo.

Chiama l’aria che muove le sabbie del tempo deponendo gli imperi nell’oblio.

Invoca il fuoco che consuma l’essenza del male, fai appello al potere delle braci per trasformare tutte le paure in cenere.

Chiama le fiamme ondulate, con i loro baci possono annientare i rimpianti nell’ardore…

crea deserti e spezza ogni legame.

Chiama il potere della carezza liquida del mare infuriato dalla tempesta che devasta le coste e corrode la roccia.

Reclama il potere dell’ostinazione dei ghiacciai che si aprono vie per le montagne, consegna le catene che ti trattengono, affinché le sciolga e le liberi dalla tua strada.

Invoca la forza distruttrice della terra, il profondo vuoto delle buche incontrollabili. Convoca la capacità distruttiva dei terremoti che fa vibrare la terra nel suo cuore e dai il permesso di abbattere i muri che ti chiudono.

Evoca lo spirito dentro di te per donarti la forza necessaria per affrontare tutto.

Chiama il tuo coraggio, la tua anima antica, così da mostrarti la strada che ti è stata donata molto tempo prima che tu nascessi in questa vita.

Danza con gli elementi mentre urli il nome delle tue paure, costruisci una canzone di rabbia mentre canti e senti crescere la ferocia dentro il tuo corpo.

Arrabbiati con quello che ti schiaccia, che ti blocca, che ti danneggia.

Balla, urla, gira finché non ne puoi proprio più… e alza le braccia verso il cielo, verso l’oblio.

Le maree stanotte continueranno i loro ritmi eterni portando con se quello che hai consegnato alle tenebre.

La luna lo porterà con lei, nel buio domani rinascerai pulita…. pronta per iniziare con lei un nuovo viaggio ancora una volta.

Quello che con te se va, non tornerà mai più…

Lascia che sia, e rinnovati…

Con amore

Carla

Il 22 Luglio verrà dato alle stampe anche il mio secondo libro: “Donne Poesia – Il sacro Erotismo“, se vuoi essere informata di quando sarà disponibile scrivi a: naturagiusta@gmail.com

Scopri la prima “edizione speciale Blue Moon” del libro mio primo libro:

“Le Streghe vanno a letto presto“

#amoreperduto #consapevolezza #Amore

© 2015 Carla Babudri -Storia Di Una Poesia-  

  • Wix Facebook page
  • Instagram Social Icon
  • Carla Babudri
  • Pinterest Social Icon

Copyright 2015  CARLA BABUDRI

Gennaio 2015-20

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte delle presenti pubblicazioni o sito può essere tradotta, riprodotta, adattata anche parzialmente o trasmessa in alcun modo, elettronico  o meccanico, incluse fotocopie, registrazioni o qualsiasi altro modo di memorizzazione e sistema di archiviazione e ricerca attualmente in uso o che verrà inventato, senza il preventivo consenso del detentore dei diritti d’autore.