Qualcuno ha deciso di non volerti bene…


Qualcuno ha deciso di non volerti bene, qualcuno che non conosco e che forse mai incontrerò.

E’ stato qualcuno che ti ha fatto soffrire, che non ha saputo o non ha voluto capirti.

Il fatto è che qualcuno ha deciso di non volerti bene, ma io sono qui.

Anche se quel qualcuno sapeva poche cose di te… sarà un pezzo della vita che forse non conoscerò del tutto, ma non importa, perché appartiene solo al tuo passato e al tuo ricordo.

Qualcuno ha deciso di non prendersi cura di te, questo ti ha fatto male, lo so, mi dispiace che sia andata così, ma nonostante tutto sono felice per te, prima di tutto perché ti ha elevato nella crescita, secondo perché più tu andavi dietro a quel qualcuno, e più quel qualcuno ti ha avvicinato a me senza saperlo.

Quindi provo profonda gratitudine per tutti quei qualcuno…Io invece ti voglio bene, quantomeno sto imparando a farlo, giorno per giorno, passo dopo passo, polvere dopo polvere…

Ma desidero discutere di problemi nuovi, per non tornare più su quanto ti ha fatto male, desidero regalarti impegni e libertà, aprendoci insieme e gettando radici dove più ci piace farlo.

Forse sono consapevole del fatto che non ti merito, e appena saprai delle mie follie, vorrai correre lontano.

Tu ritorni dall’Olimpo, non avresti dovuto… mi lasci qui, sognando sveglia, però ora so che sei reale.

Non dico che tu sia perfetto, le persone perfette sono noiose, un pericolo per il cambiamento, perchè rimangono ancorate sempre ai vecchi condizionamenti.

Noi siamo liberi e imperfetti: una scommessa per questa vita, io punto alto e azzarderò continuamente anche se ci saranno perdite…

Qualcuno ha deciso di non volerti bene, e poi all’improvviso noi…

Con Amore

Carla

#Poesia

0 visualizzazioni

© 2015 Carla Babudri -Storia Di Una Poesia-  

  • Wix Facebook page
  • Instagram Social Icon
  • Carla Babudri
  • Pinterest Social Icon

Copyright 2015  CARLA BABUDRI

Gennaio 2015-20

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte delle presenti pubblicazioni o sito può essere tradotta, riprodotta, adattata anche parzialmente o trasmessa in alcun modo, elettronico  o meccanico, incluse fotocopie, registrazioni o qualsiasi altro modo di memorizzazione e sistema di archiviazione e ricerca attualmente in uso o che verrà inventato, senza il preventivo consenso del detentore dei diritti d’autore.