Chi sei tu senza la tua storia spirituale?


“Desidero solo conoscerti nel tuo profondo, dove magari solo pochi sono entrati, ma permettimi di accedervi.

Per favore non parlarmi di “Pura Coscienza” o di “Vivere nell’Assoluto” voglio vedere come tratti il tuo partner, i tuoi figli i tuoi genitori e il tuo prezioso corpo.

Ti entro dentro come un serpente che scivola nelle tue viscere, per carpire i tuoi segreti.

Per favore non darmi sermoni sull’Illusione della separazione da se stessi o su come si raggiunge la felicità in 7 giorni.

Voglio provare un calore genuino che irradia il cuore, sentire quanto tu ascolti.

Come reagisci alle informazioni che non si adattano alla tua filosofia personale?

Voglio vedere come tratti le persone che non sono in d‘accordo con te, e non raccontarmi storie su quanto sei sveglio e quanto sei libero dall’ego, io ti guardo oltre le parole.

Riesci ad ammettere pienamente il tuo dolore senza fingere di essere invulnerabile?

Senti la tua rabbia senza violenza, permettendo l’ingresso al dolore senza diventarne schiavo?

Puoi provare la tua vergogna senza umiliare gli altri, o riesci a dire mi dispiace dal tuo cuore?

Ti prego non parlarmi della tua spiritualità, non mi interessa, io voglio conoscerti nel tuo mistero umano, quello che lotta per la luce e l’ombra, e cerca un equilibrio tra le parti che forse non troverà mai.

Desidero conoscere la tua divinità, la divinità dell’uomo oltre le dottrine, non mi interessa sapere quanto illuminato sei o se possiedi attestati, desidero conoscerti nella tua vastità imperfetta…

Chi sei tu senza la tua storia spirituale, te lo sei mai chiesto…?”

Con amore

Carla

#spirituale #dee #donnepoesia

12 visualizzazioni

© 2015 Carla Babudri -Storia Di Una Poesia-  

  • Wix Facebook page
  • Instagram Social Icon
  • Carla Babudri
  • Pinterest Social Icon

Copyright 2015  CARLA BABUDRI

Gennaio 2015-20

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte delle presenti pubblicazioni o sito può essere tradotta, riprodotta, adattata anche parzialmente o trasmessa in alcun modo, elettronico  o meccanico, incluse fotocopie, registrazioni o qualsiasi altro modo di memorizzazione e sistema di archiviazione e ricerca attualmente in uso o che verrà inventato, senza il preventivo consenso del detentore dei diritti d’autore.