Luna Di Febbraio: Luna Immacolata


Luna Immacolata, Luna di Ghiaccio, Luna del Temporale, Luna Selvatica o Selvaggia, Luna della Fame, Luna Stimolante, Solmonath (Sole Luna), la Grande

Luna d’Inverno, Luna Tempestosa, Luna delle Corna, Luna Purificata, Luna Rinascente

“Non ostacolare il cambiamento, sei sulla soglia dell’inaspettato sei davanti alla porta delle stelle”

La Luna immacolata nasce sulla terra ancora gravida dei semi che nasceranno a primavera. La neve e il freddo sono ancora un mantello protettivo nel grembo caldo e umido.

Tutto intorno è benedizione pura e candida come la Luna nelle ultime notti d’inverno, tutto si incomincia a sciogliere con lentezza e dolcezza i ghiacciai, trasformando la neve in acqua che nutre e ammorbidisce la terra per il parto che sta per compiere.

La luna immacolata è fanciulla che attende di diventare madre, piena di bellezza e candida, dentro di lei nel buio profondo, dove nessun rumore arriva a disturbare, il silenzio crea la vita e danza nella morbida neve, nell’attesa.

l mese di Febbraio era arcaicamente un momento di purificazione, in cui gli agricoltori subito prima della semina purificavano i campi, togliendo le erbacce e ripulendo dai resti del raccolto precedente.

In questo periodo si purificavano anche i templi e diverse erano le feste nel mondo arcaico celebrate per onorare queste pulizie del corpo e dell’anima.

La Pianta del mese di Febbraio: Salvia

La salvia è una pianta molto femminile, delicata, vellutata. La salvia era considerata una pianta sacra, il suo nome significa: “dono della vita” per questo veniva chiamata “la salvatrice”.

La Salvia aiuta la fertilità, regola i cicli mestruali e anche molto usata contro i dolori mestruali. Ila sua azione ormonale è di tipo estrogeno è anche utile per alleviare i sintomi della menopausa.

I suoi decotti sono efficaci per curare le vaginiti e per favorire le contrazioni dell’utero delle donne alle quali si presenta un parto particolarmente difficile. Per lo stesso motivo, era sconsigliata la sua assunzione alle donne in gravidanza o allattamento. La persona che raccoglieva la Salvia, una volta, si avvicinava alla pinta con estremo rispetto e celebrava un rituale particolare: si camminava sul suolo a piedi nudi e puliti, si indossava una tunica bianca e si ballava.

La Salvia custodisce in se molte proprietà curative e il suo utilizzo è legato alle arti divinatorie. Durante la notte di San Giovanni, nel tempo della rinascita del Sole, le foglie di Salvia venivano sparse sul terreno e lasciate tutta la notte, il giorno dopo s’interpretavano gli auspici per il nuovo ciclo di vita dell’umanità.

La carta del mese

"Sono Freya la Signora dei popoli del nord, indipendente guerriera e sacerdotessa, sono senza maschere e lascio cadere ogni resistenza in cerca della verità. Non oppongo resistenza e lascio andare ciò che non è più utile, smetto di guardare le cose come vorrei che fossero, mi affido al mio intuito e al mio cuore che conosce la via.

Quando guardo fuori vedo il miracolo del firmamento e sono invasa da un profondo silenzio.

Com’è piccolo questo mio corpo che contiene tanto cosmo e tante stelle, tu che mi inviti ad ampliarmi, volgo lo sguardo verso l’assoluto e rompo ogni barriera mentale.

Mi sto attraversando e come tale mi partorisco, pronta per il volo a ridurre le distanze fra me e l’universo e mi invito a svuotarmi per poi riempirmi, nel complesso mondo ciclico.”

#lunadifebbraio #maditazione #sacerdotessa #donna

© 2015 Carla Babudri -Storia Di Una Poesia-  

  • Wix Facebook page
  • Instagram Social Icon
  • Carla Babudri
  • Pinterest Social Icon

Copyright 2015  CARLA BABUDRI

Gennaio 2015-20

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte delle presenti pubblicazioni o sito può essere tradotta, riprodotta, adattata anche parzialmente o trasmessa in alcun modo, elettronico  o meccanico, incluse fotocopie, registrazioni o qualsiasi altro modo di memorizzazione e sistema di archiviazione e ricerca attualmente in uso o che verrà inventato, senza il preventivo consenso del detentore dei diritti d’autore.