Un giorno partorirai te stessa


Un giorno darai alla luce te stessa, sarà come vedere il riflesso di te stessa che balla con la tua ombra tra estasi e volo.

Qualcosa dentro si strapperà fino a farti tremare, a farti male, e da quel momento sarai in grado di vedere oltre.

Quanto sei stata addormentata? Quanto tempo hai perso?

Un giorno darai nascita a una Donna inarrestabile, potente come il temporale, maestosa e minacciosa, ma allo stesso tempo pieno di luce accecante, concentrata in un solo momento e in quel luogo, maestosa.

Avvertirai il bisogno di scuotere i sensi, di affilate il tuo intuito.

Muoverai i fianchi, e griderai, cercando di all’ungare le braccia verso il cielo, perché ti sentirai tutt’ uno, cantando e allo stesso tempo piangendo e ridendo, perché partorirsi significa liberare il selvaggio!

Inizierai a scegliere di provare cose che non avresti mai osato sperimentare, ogni cellule di te verrà trasformata, anche gli odori diventeranno intensi e ballerai nella ricerca del nuovo ritmo.

Donare la vita a se stessi è un atto di coraggio, e prima o poi questa chiamata l’asseconderai. Preparati, accetta la sfida e partorisciti.

Un giorno Cara Donna, la cosa più potente che potrai fare sarà abbracciarti…

Con Amore

Carla

#donnepoesia

© 2015 Carla Babudri -Storia Di Una Poesia-  

  • Wix Facebook page
  • Instagram Social Icon
  • Carla Babudri
  • Pinterest Social Icon

Copyright 2015  CARLA BABUDRI

Gennaio 2015-20

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte delle presenti pubblicazioni o sito può essere tradotta, riprodotta, adattata anche parzialmente o trasmessa in alcun modo, elettronico  o meccanico, incluse fotocopie, registrazioni o qualsiasi altro modo di memorizzazione e sistema di archiviazione e ricerca attualmente in uso o che verrà inventato, senza il preventivo consenso del detentore dei diritti d’autore.