Per amare una Donna del Vento…


Per amare una Donna del Vento, devi sapere che la sua anima brama il movimento.

La prima cosa che devi sapere è che il ritmo di un tamburo, il fischio di un treno e il vertice di una montagna parlano tutti la stessa lingua per lei, la spingono a muoversi dentro il suo viaggio.

Anche la sua voce e il tuo tocco possono parlare la lingua del vento, sanno di leggerezza.

La seconda cosa che devi sapere è che se una Donna del Vento ti ama, la sua anima influenzerà il ritmo delle tue parole, lei non ha tempo.

La Donna del Vento vaga e vede la poesia in tutto, dalla magnificenza delle stelle al ballo di una lama d’erba.

Se la ami, devi capire che anche tu sei poesia.

Scrivi il tuo haiku in baci e poesie, e fai piccoli gesti.

Capirà cosa intendi.

Se ami una Donna del Vento, corri accanto a lei, non davanti e non sulle spalle, perché entrambi potreste perdere la pazienza, siate semplicemente vicini nel viaggio.

Unisciti ai suoi sentieri e cammina con lei, accosta il tuo passo, lei potrebbe fare lo stesso.

Questa è una donna abituata a seguire il suo istinto, a percorrere la sua strada, è generosa, morbida, compassionevole più di quanto tu possa immaginare.

Una Donna del Vento ha fatto dell’empatia il suo tempio, conosce la fluidità e il cambiamento, perché sa come toccare l’acqua.

Se ami una Donna del Vento, devi scoprire il segreto per tenerla, perché se la tieni stretta tra le dita, volerà via.

Ti renderai conto della sua voglia di viaggiare, quando il suo sguardo non è concentrato e i suoi pensieri lontani non sta sognando altre persone, ma altri mondi.

Sogna con lei delle carovane nel deserto e dei viaggi per mare avvenuti secoli fa.

Aiutala a pianificare viaggi lungo le strade o a prenotare biglietti aerei, anche a costruire una tenda in salotto, quando non ci sono opzioni migliori.

La sua voglia di avventura non può essere repressa troppo a lungo.

Se ami una Donna del Vento, resta sul sedile accanto, lei saprà quando è il momento di andare.

Per mostrare a questa donna il tuo amore, balla con lei quando puoi, condividi la sua gioia mentre gira con la sua gonna svolazzante che vola verso l’esterno.

Ascolta le sue storie, perché ha il dono di percepire l’emozioni degli altri, di viverle e raccontarle.

Per amare una Donna del Vento, preparati a dire di si’: si’ alle avventure, si’ alla caccia al tesoro ed alle missioni senza speranza, si’ ad una vita di ricerca, si’ a una vita di fantasia, si’ agli unicorni, si’ alla magia, si’ alle fate, si’ a volare… e se hai paura delle altezze, allora diventa aquilone.

Potrebbe non avere molte radici, se puoi, offrigli le profondità del tuo cuore, della tua anima.

Insegnale a piantare, potrebbe avere necessità di sentire il calore della terra.

Se ami una Donna del Vento, accetta il suo bisogno di sfiorarti, ascolta la leggerezza delle sue mani, il suono che fanno i capelli mentre sfiorano il tuo corpo.

Lei sente il rumore delle foglie che cadono, potrebbe farti assaporare la gioia del distacco portandoti verso le sacre stelle, partite insieme.

Lasciala vagare nel labirinto della tua mente, ed ammirare la bellezza.

Tienila dentro i tuoi occhi, tra le linee della mano e nelle grinze della fronte tra i tuoi pensieri.

Vaga con lei, ti renderai conto che sarà il viaggio più bello di tutta la tua vita.

Dedicata a me

Scopri la mia prima “edizione speciale Blue Moon” del libro: “Le Streghe vanno a letto presto“

Immagine di Copertina: Carla Babudri

#magiabianca #stregaconsapevole #stregabianca #donnadelvento

16 visualizzazioni

© 2015 Carla Babudri -Storia Di Una Poesia-  

  • Wix Facebook page
  • Instagram Social Icon
  • Carla Babudri
  • Pinterest Social Icon

Copyright 2015  CARLA BABUDRI

Gennaio 2015-20

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte delle presenti pubblicazioni o sito può essere tradotta, riprodotta, adattata anche parzialmente o trasmessa in alcun modo, elettronico  o meccanico, incluse fotocopie, registrazioni o qualsiasi altro modo di memorizzazione e sistema di archiviazione e ricerca attualmente in uso o che verrà inventato, senza il preventivo consenso del detentore dei diritti d’autore.