Nelle Terre di Avalon: la festa di Beltane

Aggiornato il: apr 29


Cosa cerchi nei fuochi accessi di Beltane?

Non c’è modo di tornare indietro, quando inizi a ballare sulle sue rive del fuoco e ad adorare il suo altare divino.

Fiamme selvagge…danzate nell’oscurità, verso l’alto… attraverso il fuoco sacro.


Questa è la notte del matrimonio divino, la celebrazione della fertilità, la grande festa che si svolge tra gli alberi.

La senti l’antica alchimia?

La senti la chiamata?


E’ una antica chiamata, che canta lungo la tua anima, stappando note su corde d’argento intrecciate nel tuo profondo.

Non c’è nulla di cui vergognarsi nulla da nascondere, ognuno di noi sa quando è il momento giusto.

Muoviti, tra le ombre dipinte tra i simboli che onorano la Dea.


Hai sempre saputo che un giorno, prima o poi… avresti danzato tra gli alberi in questa unione divina.

Sei senza età, sei senza forma, in completa fusione con il tutto, fissa le fiamme e fai il tuo incantesimo.

Sei la divinità in movimento, che attraversa i ritmi potenti.

Chi ti dovrebbe giudicare? Solo tu, puoi farlo…

Fanciulla e Fanciullo addormentati, non basatevi sui dubbi delle vostre ombre… senza questa danza non ci sarebbe stata la creazione, ci avete mai pensato?

La tua energia sessuale è un dono, è sacro il fuoco che brucia in te, è divino.

Non lasciare mai spegnere la tua scintilla, da nessuno, non nasconderla, dietro veli di vergogna.

La tua sessualità è parte di te quanto il tuo respiro, esiste, non la scacciare.

Madre Terra non ha bisogno del controllo dei sentimenti, ci vuole nudo e nuda…con sotto i piedi il fresco della primavera, svanire nei nostri sogni.

Contenere la tua energia sessuale è come intrappolare il fumo tra le mani, non potrai mai ingabbiarlo, lascialo solo andare verso l’alto…

Onora la tua natura sensuale e il fluire della sessualità, in questa connessione c’è la Libertà.


La forte trasformazione che si verifica nel tuo fisico si muove in profondità, all’interno delle membrane del corpo e ti permette di respirare la vita come non te lo saresti mai aspettato.

Si muove con te, questo flusso di energia, è un fiume carico di puro potenziale. E tu sei immerso nelle sue onde.

E’ finita la competizione tra uomo e donna, le maschere e i veli sono gettati ed abbandonati sull’erba.

Capisci perché non riuscivi a trovare Avalon?

Non è mai scomparsa, siamo scomparsi noi, perché abbiamo smesso di onorarci. Avalon non si è mai spostata, è semplicemente più in profondità…

Buon Beltane, Anime divine…

Con amore, Carla


#beltane

119 visualizzazioni

© 2015 Carla Babudri -Storia Di Una Poesia-  

  • Wix Facebook page
  • Instagram Social Icon
  • Carla Babudri
  • Pinterest Social Icon

Copyright 2015  CARLA BABUDRI

Gennaio 2015-20

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte delle presenti pubblicazioni o sito può essere tradotta, riprodotta, adattata anche parzialmente o trasmessa in alcun modo, elettronico  o meccanico, incluse fotocopie, registrazioni o qualsiasi altro modo di memorizzazione e sistema di archiviazione e ricerca attualmente in uso o che verrà inventato, senza il preventivo consenso del detentore dei diritti d’autore.