La Gelosia, ha paura da sola…


Quante volte ti prendi gioco di me, Gelosia?

Non voglio essere la tua nemica, anzi se proprio vuoi saperlo mi prenderò cura di te.

Ti massaggerò le spalle fin a quando non crollerai, mezza dentro e mezza fuori di me.

Voglio sentirti, respirarti profondamente, guardarti la testa cadere contro la mia spalla, insieme ci estenuiamo, dobbiamo pur riposare.

Ma ho bisogno di strisciare dentro di te, per accedere al fuoco nella grotta, sotto la buia caverna del mio dolore, non sei sola cara Gelosia, siamo in due a farci del male.

Voglio farti sapere che non esiste un modo giusto per definire un rapporto di coppia, delle volte siamo chiusi e non parliamo, delle volte accettiamo e delle volte andiamo.

Ma aspetta Gelosia vorrei spazzolarti i capelli, se desideri possiamo andare insieme a letto, tanto non troveremo pace comunque.

Ma se ti dico che è tutto ok, se muoio un po’ è solo perché non so più sognare.

So che vorresti dirmi la verità, ed è per questo che ti darò un diario e una nuova penna, scrivi quello che desideri; scrivi all’indietro o capovolto, le emozioni sono cosi flessibili che talvolta basta piegarle un po’ per vederle meglio.

Vorrei dirti Gelosia che forse potrei amarti, anzi pensandoci bene, non ti amo affatto.

Anche se ti bacerei ogni notte e rassicurarti in modo da ritrovare il sommo sonno, tu Gelosia ti senti sempre vuota, ti senti come se non avessi nulla da fare.

So che ora stai sulla difensiva, ma ci tengo a dirti che anche se desideri ardentemente il fuoco del tuo uomo, che sia solo tuo…

ogni suo pensiero mia cara Gelosia è un invito ad esplorare me stessa e il mio disagio.

Tu mi divori ad ogni pasto, ma la vulnerabilità è l’unica cosa che ancora mi tiene in piedi.

Tu ti aggrappi ai miei sentimenti, sei così spaventata che temi che possa tirare giù le tue radici. Parla onestamente invece, tu Signora Gelosia ha paura da sola.

Ed è sorprendente, perché potrei vivere tranquillamente anche senza la tua presenza.

Ad ogni passo con cui mi allontano, sento che mi tocchi le guance e dandoti l’ultimo bacio, mi rendo conto che non è più così difficile scegliere…

Carla

#emozioni #gelosia

0 visualizzazioni

© 2015 Carla Babudri -Storia Di Una Poesia-  

  • Wix Facebook page
  • Instagram Social Icon
  • Carla Babudri
  • Pinterest Social Icon

Copyright 2015  CARLA BABUDRI

Gennaio 2015-20

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte delle presenti pubblicazioni o sito può essere tradotta, riprodotta, adattata anche parzialmente o trasmessa in alcun modo, elettronico  o meccanico, incluse fotocopie, registrazioni o qualsiasi altro modo di memorizzazione e sistema di archiviazione e ricerca attualmente in uso o che verrà inventato, senza il preventivo consenso del detentore dei diritti d’autore.