Invocazione all’Antica Dea Italica Angerona: 18° Giorno

La Dea Angerona era una divinità romana, la cui natura non era molto chiara nemmeno per gli autori antichi.

Il suo nome potrebbe derivare da "ab angeronando", ossia: “rivolgersi al Sole”.


Festo e Macrobio rintracciarono invece l’origine del nome dalla malattia detta ancora oggi angina pectoris, la dea, infatti, sarebbe in grado di curare il morbo.



La Dea Angerona viene raffigurata con la bocca chiusa anche se non era muta, le spettava il compito di custodire il nome segreto della città, intimava al silenzio, protettrice di tutti i segreti e degli amori nascosti.

Divinità legata al nuovo anno, venerata infatti il girono del Solstizio d’Inverno, 21 Dicembre.

A questo proposito, la scelta del giorno, si rivelava tutt’altro che casuale: nel giorno in cui il sole cominciava a tramontare prima, quindi si avvicinava prima l’oscurità, il rito evocava la possibilità di portare dentro di sé la luce, senza rivelarla, nell’auspicio che ogni angoscia potesse essere spazzata via.


In altre parole, questo giorno rappresenta l’occasione, per ogni cittadino romano, di trovare il sole, la forza e il calore dentro di sé; ricordando quanto fosse essenziale non affliggersi e rammaricarsi con continue lagne, ma rimboccarsi le maniche, tenere duro e attraversare la propria tristezza in vista di un più roseo futuro: un insegnamento valido tanto per la gente dell’epoca, quanto per noi oggi.


La Dea è vicina a tutte quelle persone che portano nel cuore dolori e angosce e scelgono di non lamentarsi.


Nel silenzio possiamo accedere a mondi interiori di grande intensità.


Occorrente: incenso


Procedimento: trova un luogo silenzioso, accendi l’incenso, respira profondamente, rilassati, immagina che la Dea Angerona leggera si avvicina, ringraziala e pronuncia questa preghiera:


“Salve Angerona, domina silenti, salve!

Te venero et precor et si pietate mereor trahe solem meum

extra angustias in summum bonum summam

beatitudinemque.

Ita est.


Gratias Ago Tibi

Consummatum Est”


(preghiera antica dedicata alla Dea Angerona)


Resta in ascolto delle tue emozioni, se puoi nella giornata di oggi osserva il silenzio.


Buon rituale

Con Amore

Carla

_____________________________________________________________

Ricorda sempre: fai quello che sente il cuore.

Cerca di osservare il silenzio quando è possibile, rimani in ascolto delle tue emozione

e lasciati guidare dal tuo intuito.

Se non puoi praticare un rituale dedicato alla Dea Vesta, o desideri iniziare ora, non temere, puoi iniziare quando lo desideri o saltare.


Ho creato una play list per i rituali.


Riaccendiamo l'Antica, Saggia Fiamma delle Dea Vesta


Carla Babudri 2021 © Tutti i diritti di scrittura sono riservati

Se ti fa piacere scrivermi o ricevere un consulto di Astrologia Karmica, capire e interagire con il tuo potere personale e magico, puoi farlo usando la mia mail, sarò felicissima di conoscerti e di accoglierti.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


I miei libri su Amazon


Colloqui personali


Seminari e percorsi


Biografia


Podcast


Articoli Parlanti


Scrivimi

81 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti