Voglio Essere dove Tu esisti


Non c’è un tesoro più grande su questa dimensione che avere qualcuno che possa vedere, fino in fondo, la tua verità, abbracciare tutto ciò che sei, sia l’ombra che la luce.

Qualcuno che riesce a guardarti con l’occhio dell’anima, in ogni sfaccettatura… qualcuno per cui restare ugualmente bella.

Essere bagnati nelle acque di questa profonda conoscenza, ricevuti completamente nel divino mare delle connessione.

Sono sulla soglia delle mie 40 Lune, ormai manca poco, desidero farmi un regalo: lasciare che i muri attorno al mio cuore cadano, per entrare in quella distesa selvaggia senza paura dei miei profondi sentimenti.

Siamo così abituati ad essere fraintesi, che delle volte non sappiamo cosa sia gusto o sbagliato in ciò che proviamo, anche perché spesso dimentichiamo tutta la magnificenza del nostro essere.

Ma sono qui per aprirmi, e parlo a te, mia anima Gemella:

“Specchio profondo della mia anima, tu che sposti parti di me così intime sei il mio desiderio potente, un richiamo di altri tempi.”

Sono qui per ringraziarti, per il tuo amore senza scusanti, selvaggio e ferocemente libero.

Grazie per non aver mai cercato di addomesticarmi o di tagliarmi le ali, sapevi che mi avresti fatto male più di cento pugnali al cuore.

Grazie per essere stato la mia guida durante tutte le tempeste, anche quelle che minacciavano le nostre personali coste. Hai sempre avuto fiducia in noi, anche quando tutto sembrava perduto.

Ti onoro, e celebro le tue parole anche quando le stesse mi hanno fatto male e il dolore non cessava. Con umiltà hai ballato sotto la pioggia con me, insegnandomi ad oltrepassare la sofferenza.

Mi hai mostrato il tuo cuore anche quando hai pensato che fosse brutto e contaminato, anche quando avresti preferito cancellarlo. Mi hai dato il permesso di vederti nella totalità, nella luce e nell’ombra, e ho trovato tutto bellissimo.

Grazie per avermi accolto nei miei momenti di vulnerabilità nell’atto di essere presente, nel vedermi cruda e nuda davanti a te. In quello spazio che abbiamo creato un’unione sacra.

Sei il mio terreno solido sotto i miei piedi, e il vento di incoraggiamento sotto le mie ali, quando ho avuto bisogno di una spinta per il volo.

Amo la tua espressione del divino maschile, il tuo modo unico e colorato di portare in scena chi sei , per il tuo essere gentile, premuroso ma anche forte, feroce e appassionato… con tutto il cuore.

Ti sento inciso sulla mia pelle e ti conosco dall’inizio dei tempi.

Desidero starti accanto, non per quello che mi dai, ma per tutto quello che mi fai sentire nell’anima, ed è bellissimo.

Non cerco un per “sempre” i nostri cuori non hanno bisogno di aggiunte terrene, non cerco né il tuo tempo né il tuo spazio.

Al tuo fianco ho conosciuto l’eternità e ho perso la nozione dei minuti attraverso il tuo profumo.

Non desidero essere l’amore della tua vita, bramo essere l’eco d’amore che come bagliore attraversa i secoli nella tua memoria: indimenticabile.

È un’eterna benedizione sapere che un altro essere abbia deciso di condividere con me la pazienza, le notti tristi, i sorrisi, la bellezza, le stranezze.

Grazie per essere presente anche quando non sono carina.. Andando oltre, al di là delle nozioni preconcette della società, onorando il mio femminile, le mie percezioni e il mio essere strega senza giudizio.

E ancora grazie per il tuo contrasto: la polarità e l’espansione. Per le sfide che incontriamo che danno vita alla crescita in entrambi: nelle nostre differenze siamo insegnanti l’un dell’altro, nelle similitudini siamo spiriti affini.

Grazie per non essere scappato dal mio cuore, dal profondo sentimento che dimora lì per te, per aver abbracciato a modo tuo l’amore e per aver compreso che nella profonda connessione tra di noi siamo riusciti a porre le basi per creare i nostri mondi personali.

Dedico la mia quarantesima luna a te, con tutto il mio amore.

E se una mattina ti dovessi alzare e sentire… senza discernere, senza compromessi, in quello spazio sacro del cuore, che ti sei innamorato…

allora vorrà dire che niente si sarà perduto, la nostra missione non sarà solo quella di unirci per celebrare l’amore ma anche quella di apprezzare il momento in cui si presenta…

Riconoscendo che in fondo non ci siamo mai lasciati, ed insieme stiamo tornando a casa…

Carla

Dedicato a me, al mio amore profondo per il mio Deimon Ispiratore

#amore #DeimonIspiratore #sacromaschile

© 2015 Carla Babudri -Storia Di Una Poesia-  

  • Wix Facebook page
  • Instagram Social Icon
  • Carla Babudri
  • Pinterest Social Icon

Copyright 2015  CARLA BABUDRI

Gennaio 2015-20

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte delle presenti pubblicazioni o sito può essere tradotta, riprodotta, adattata anche parzialmente o trasmessa in alcun modo, elettronico  o meccanico, incluse fotocopie, registrazioni o qualsiasi altro modo di memorizzazione e sistema di archiviazione e ricerca attualmente in uso o che verrà inventato, senza il preventivo consenso del detentore dei diritti d’autore.