© 2015 Carla Babudri -Storia Di Una Poesia-  

  • Wix Facebook page
  • Instagram Social Icon
  • Carla Babudri
  • Pinterest Social Icon

Copyright 2007  CARLA BABUDRI

Gennaio 2015-18

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte delle presenti pubblicazioni o sito può essere tradotta, riprodotta, adattata anche parzialmente o trasmessa in alcun modo, elettronico  o meccanico, incluse fotocopie, registrazioni o qualsiasi altro modo di memorizzazione e sistema di archiviazione e ricerca attualmente in uso o che verrà inventato, senza il preventivo consenso del detentore dei diritti d’autore.

  • Carla Babudri

Perché meditare?


La meditazione è una pratica antichissima, si può dire antica quanto l’uomo.

La parola meditare deriva dal verbo latino “mederi” che significa medicare, misurare e pensare.

La radice “med” accomuna le parole medicare e medicina.

Lo scopo primo della meditazione è quello di CURARE, ma anche misurare con la mente, riflettere, rivolgere la nostra attenzione al nostro animo.

Curare le nostre ferite emotive, curare i nostri pensieri negativi, curare le nostre abitudini inconsce, per vivere meglio, più rilassati, fiduciosi e soprattutto creativi.

Meditare significa CONVERSARE con te stesso, dedicare del tempo solo a te, prenderti cura di te.

Dialogando con te stesso, recupererai una relazione spesso sottovalutata, dimenticata, la relazione più importante: quella con il tuo sé più profondo, con la tua vera natura, quella selvaggia, quella che non si lascia condizionare dagli altri, dalle situazioni esterne.

Solo avendo un’ottima relazione con te stesso, potrai avere ottime relazioni con gli altri, realizzare i tuoi sogni, sapere che cosa fare in ogni situazione.

Attraverso la meditazione puoi riscoprire te stesso, capire chi sei, crescere, evolvere e sviluppare.

I benefici della meditazione sono innumerevoli e soprattutto dimostrati scientificamente!

Gli studi dimostrano che le persone che praticano quotidianamente la meditazione hanno innumerevoli vantaggi rispetto chi non la pratica, ecco solo alcuni dei vantaggi che ti può portare la meditazione:

  • RITROVARE LA FIDUCIA IN TE STESSO.

  • STABILIRE UNA PROFONDA CONNESSIONE tra mente e corpo che ti rende in grado di rigenerare la tua salute e creare abitudini più salutari in modo naturale.

  • MIGLIORARE LE TUE PRESTAZIONI al lavoro o a scuola.

  • Acquisire una più profonda COMPRENSIONE DELLE EMOZIONI, con un conseguente rafforzamento del legame con la tua famiglia, il tuo partner, i tuoi amici.

  • ACQUISIRE UNA CHIAREZZA INTERIORE mai provata prima.

  • Riuscire a rimanere più a lungo concentrato, memorizzare meglio e più velocemente.

  • Riuscire a SCIOGLIERE LO STRESS, RITROVARE L’ARMONIA, diventare più comprensivo ed empatico, e quindi comunicare più efficacemente con gli altri.

  • Ritrovare un’ ENERGIA SESSUALE totalmente RINNOVATA e una nuova intesa fisica e spirituale con il tuo partner.

  • AUMENTARE LA PRODUTTIVITÀ e SVILUPPARE una naturale attrazione ad ABBONDANZA E SUCCESSO.

Lo scopo della meditazione è quello di liberarti dalla sofferenza e restituirti alla gioia per cui sei nato e a cui puoi giungere attraverso il processo di cambiamento.

Si ok, tutto molto bello, ma come si fa a meditare?!

Non ti ci vedi proprio immobile per ore nella posizione del loto ad aspettare l’illuminazione?

Non preoccuparti, non c’è bisogno di soffrire a gambe incrociate per ore ed ore! Soprattutto se sei alle prime armi non pensare assolutamente a questo!

L’arte di meditare è qualcosa di insito in ognuno di noi, anche dentro di te, è come un fiore pronto a sbocciare in ogni momento, se solo lo vuoi.

Soprattutto all’inizio, quando ci si approccia per la prima volta alla meditazione, si cercano degli schemi, si chiedono delle mappe da seguire, si sente la necessità di essere guidati da qualcuno. Questo è normale.

Niente di tutto questo, la meditazione non esige riti, ma solo onestà intellettuale.

Prima di apprendere una determinata postura, eseguire complessi esercizi, è bene che tu capisca bene che cos’è la meditazione.

Si tratta di un processo di consapevolezza.

Meditare equivale a cercare il momento presente.

Mentre meditiamo la nostra ricerca è rivolta ad uno solo obiettivo: l’istante presente.

Il famoso “carpe diem”, diventa uno spazio infinito dove perdersi per poi ritrovarsi.

I modi per realizzare quello stato di calma e di quiete si chiamano “tecniche di meditazione”, e ne esistono tantissime, ma l’obiettivo sarà sempre il raggiungimento di uno stato d’animo vigile e nel contempo rilassato, un particolare stato mentale che ci porta all’incontro con il nostro vero volto, con la nostra vera natura.

Le tecniche meditative non sono la vera e propria meditazione, ma degli espedienti temporaneamente utili per riuscire a raggiungere un determinato stato mentale.

Si tratta di trucchi e stratagemmi che consentono lo schiudersi della propria mente ad un tipo di percezione diversa da quella cui siamo abituati durante uno stato mentale normale.

Un metodo universalmente diffuso e conosciuto è quello di rivolgere l’attenzione alla propria respirazione.

All’inizio è sufficiente prestare attenzione, osservare, con tanta tanta pazienza, perseveranza e in silenzioso raccoglimento il tuo respiro.

Se ti applicherai con regolarità e costanza, durante la pratica meditativa ti accorgerai che le tue onde cerebrali entreranno in uno stato di più profonda consapevolezza.

Le conseguenze saranno una maggiore chiarezza mentale, una capacità oggettiva di valutare le situazioni e prendere le giuste decisioni senza ansia e affanno, pensieri più positivi e costruttivi.

Lo stress si scioglierà come neve al sole e l’armonia tornerà a vibrare dentro di te e intorno a te.

#meditare #carlababudri #curare #respiro #calma #rilassamento

18 visualizzazioni